La caletta si apre di fronte al profilo imponente di Tavolara con un fondale di sabbia fine dai riflessi brillanti, acque basse e trasparenti e rocce levigate dal vento. Puntaldìa, il cui nome - punto di avvistamento o di guardia - rivela l’importanza strategica della località, è l’estremità settentrionale della Cinta e rappresenta il proseguo della spiaggia-simbolo di San Teodoro. Le separa la piccola foce della laguna teodorina. Lo splendido litorale di Lu Impostu è il limite a nord. Qua troverai piccole baie con scogli impreziosite dalla macchia mediterranea: attraverso sentieri tra le rocce potrai spostarti da una caletta all’altra.